Come funzionano le opzioni binarie?

Opzioni Binarie

Il trading online si diffonde sempre di più anche in Italia. Sono in continuo aumento le piattaforme che permettono di interagire con i mercati finanziari e la borsa, 7 giorni su 7, 24 ore su 24, semplicemente avendo una buona connessione ad internet ed un computer o un cellulare a disposizione.
In particolare, si sente sempre più spesso parlare di opzioni binarie.
Ma di cosa si tratta esattamente? Come funzionano le opzioni binarie? Si corrono dei rischi?
Prima di analizzarle nel dettaglio, è opportuno chiarire quest’ultimo punto.
Le opzioni binarie, ed i mercati finanziari in generale, risultano da sempre molto affascinanti perché associati al concetto di guadagni alti e senza troppa fatica.
Se è vero che in molti casi i guadagni possono essere molto elevati, non è altrettanto vero che arrivino senza fatica e soprattutto non è sempre detto che arrivino.
Si tratta di operazioni molto rischiose, in cui si può perdere velocemente e senza quasi rendersene conto tutto il capitale iniziale. Ciò dipende dalle caratteristiche peculiari del mercato finanziario, facilmente e rapidamente mutevole e non sempre in modo prevedibile, neanche per i più esperti o per i broker professionisti.

Le opzioni binarie sono uno strumento d’investimento adatto anche ai principianti poiché davvero semplici da comprendere.
Si compongono di diversi elementi che sono: asset, valore, scadenza, previsione, rendimento.
Per quanto possano sembrare termini complessi, in realtà si tratta di concetti veramente elementari.
Per asset si intende un qualunque titolo quotato su un mercato finanziario. Si può trattare di azioni, di valute forex (ad esempio euro, dollaro etc.), di materie prime.
Ognuno di questi asset ha un valore economico che può aumentare o diminuire nel corso del tempo. In un determinato intervallo (scadenza) si fa una previsione, cioè si ipotizza che il valore aumenti o diminuisca. Se la previsione è corretta, l’investitore guadagnerà un certo rendimento, che può superare anche l’80% dell’investimento iniziale.
Se la previsione non è corretta, l’investimento iniziale andrà perduto.
Per poter investire sulle opzioni binarie è sufficiente registrarsi su una piattaforma di trading on line. Le piattaforme più affidabili e migliori per certi aspetti richiedono un investimento iniziale molto contenuto ed offrono agli investitori due elementi essenziali: un conto demo e corsi gratuiti con strumenti, grafici e teorie per comprendere meglio il mercato finanziario.
Se all’inizio la tentazione di investire denaro vero e guadagnare realmente dagli investimenti sulle opzioni binarie è tanta, bisogna non farsi prendere dalla fretta e sfruttare le potenzialità del conto demo. Il conto demo è un conto virtuale che permette di approcciarsi alle opzioni binarie, almeno all’inizio, senza investire (e perdere) il proprio denaro.
Per non investire sulle opzioni binarie come se si trattasse di scommesse o puntate al casinò, esistono utili strumenti di comprensione, grafici, diagrammi e molto altro che rendono più comprensibile il mercato azionario e suggeriscono modelli di comportamento e strategie mirate.
È sempre meglio dedicare del tempo a questi aspetti, anche se possono sembrare complessi o superflui, per evitare di agire solo sull’onda emotiva e commettere errori di valutazione che causino perdite anche ingenti.

Come funzionano le opzioni binarie? Il meccanismo è molto semplice. Ogni piattaforma mette a disposizione diversi asset e differenti opzioni binarie.
Le più immediate sono quelle con un solo asset, ad esempio una valuta o un titolo. L’investitore deve prevedere se allo scadere di un termine il valore dell’asset sarà aumentato o diminuito. Si definiscono opzioni binarie proprio perché sono possibili solo due risultati: previsione corretta=guadagno del rendimento e previsione non corretta=nessun guadagno e perdita dell’investimento iniziale.
Questo tipo di opzione binaria è comunemente definita anche alto-basso o put-call.
Generalmente il termine dell’opzione binaria per quell’asset può essere scelto e può trattarsi di giorni o settimane o anche di termini intermedi di alcune ore.
Le opzioni binarie a breve termine, invece, prevedono intervalli molto più brevi (30, 60, 120 secondi) e dunque nell’arco di una giornata è possibile investire molte più volte e di conseguenza guadagnare molto di più in caso di previsione corretta e perdere molto di più in caso di previsione non corretta.
Un altro tipo di opzione binaria con un solo asset è quello one touch. In questo caso non si deve prevedere se a scadere dell’intervallo il valore sarà aumentato o diminuito ma scegliere un determinato valore che si prevede venga toccato (touch) durante le oscillazioni e l’andamento dell’asset.
Le opzioni binarie coppia mettono in relazione due differenti asset ma il meccanismo è lo stesso delle opzioni binarie put-call. L’investitore ipotizza quale fra i due asset avrà la prestazione migliore al termine dell’intervallo stabilito. In caso di previsione corretta si aggiudicherà un guadagno (pay-off).
Infine, è utile comprendere che le opzioni binarie a breve termine subiscono maggiormente le oscillazioni e le variazioni di valore rispetto ad intervalli di tempo più lunghi, come quello giornaliero, settimanale o mensile.

Fontehttps://www.finanzaeinvestimenti.it/opzioni-binarie