Servizi Web

Come acquistare traffico attraverso Google Adwords

Se si è una piccola impresa e si cerca di ampliare la propria clientela online, aumentare il traffico del proprio sito web o il volume delle vendite, è necessario obbligatoriamente cimentarsi nei canali pubblicitari online. Fra questi, quello più popolare è Google AdWords, la piattaforma pubblicitaria Pay-per-click (PPC) che consente di pubblicare i propri annunci su altre piattaforme, come altri siti web, blog e negli stessi risultati di ricerca di Google.

Quali sono i vantaggi di Google AdWords?

Google AdWords è molto diversa rispetto alla pubblicità tradizionale, ma una volta capite le basi offre un buon ritorno sul proprio investimento. Questo tipo di pubblicità, in primo luogo, risulta più ad ampio raggio di quella tradizionale come la stampa, poiché raggiunge il più alto numero di clienti nel minor lasso di tempo. In secondo luogo, invece, gli annunci di AdWords sono anche più efficaci poiché, grazie ai laboriosi algoritmi di Google, la propria pubblicità viene rivolta direttamente verso i potenziali clienti, attraverso ricerche pertinenti. In terzo luogo, grazie agli strumenti di monitoraggio offerti da Google AdWords, gli inserzionisti che scelgono questo tipo di pubblicità, a differenza del monitoraggio di altra pubblicità (come la stampa o quella televisiva), possono visionare fin da subito il numero di impressioni (visualizzazioni) che riceve un annuncio. Un ultimo vantaggio e non meno importante, infine, riguarda l’aspetto economico, poiché bastano poche decine di euro per avviare una campagna pubblicitaria su Google AdWords.

Come acquisire traffico con Google AdWords?

Per effettuare un investimento di successo sulla piattaforma pubblicitaria di Google è necessario comprendere le meccaniche del servizio, come i tipi di annunci che si possono generare, il target al quale verranno rivolti gli annunci e tutte le altri informazioni per analizzare l’andamento della campagna pubblicitaria, come la percentuale di click sui propri annunci e la visibilità delle parole chiave utilizzate.
Se già si dispone di un account Google con un metodo di pagamento selezionato, si è già pronti per avviare una campagna pubblicitaria. Prima, però, è doveroso distinguere i vari tipo di annunci che è possibile creare, al fine di scegliere quello che meglio si adatta alla propria attività:

– Campagne display: questo tipo di canale pubblicitario consente di creare un banner personalizzato sia in forma testuale e sia in forma animata, che può essere sviluppato direttamente grazie agli strumenti di AdWords o caricato direttamente dal proprio computer. Per avviare questo tipo di campagna, però, oltre a decidere le varie impostazioni, come le dimensioni, le proporzioni del banner e così via, è necessario configurare le cosiddette “opzioni di targeting”, ossia decidere a quale pubblico rivolgere l’annuncio.

– Campagne Search: si tratta di campagne pubblicitarie mirate (solo in forma testuale), che appaiono solo quando un utente effettua ricerche collegate ai propri servizi e, in generale, alla propria attività.

– Annunci testuali: sono gli annunci più semplici che si possano creare e permettono, grazie ad un buon utilizzo delle parole chiave, di creare un link (di massimo 24 caratteri) rivolto ai propri servizi-prodotti.

Determinata il tipo di campagna da creare, l’aspetto più importante da considerare quando si crea un nuovo annuncio sono le parole chiave. Queste, infatti, in base budget scelto per la campagna pubblicitaria e se concentrate nel modo giusto, permettono di raggiungere una gran mole di potenziali clienti, ossia un buon afflusso di traffico verso il proprio sito web.

Non è sempre facile e scontato gestire una campagna Adwords, si rischia di spendere molto di più di quanto accadrebbe lasciando fare ad una agenzia di web marketing a Milano. In conclusione meglio investire in una persona che segua il progetto, piuttosto che improvvisarsi degli esperti di marketing col rischio di bruciare il budget in brevissimo tempo.